Uffici stampa sotto controllo
Marina Mancini 11 December 2010 PDF Print E-mail
There are no translations available.

Iniziativa dell’assessorato regionale Autonomie locali e Funzione pubblica - Circolare inviata il 7 luglio dall’Ufficio ispettivo regionale di vigilanza e controllo Enti locali

Never Ending story, viene in mente la storia infinita quando si pensa agli uffici stampa della pubblica amministrazione. A mettere forse un punto alla questione dell’istituzione degli uffici stampa e del riconoscimento del profilo giornalistico agli addetti che lavorano nella Pa sembra intervenirela Regione Siciliana.

L’ufficio ispettivo di vigilanza e controllo Enti Locali dell’assessorato Autonomie Locali e Funzione Pubblica ha inviato lo scorso 7 luglio una circolare ai presidenti delle Province regionali siciliane, ai sindaci di tutti i comuni dell’Isola, al presidente dell’Urps e al presidente dell’Anci per condurre un monitoraggio sull’istituzione e composizione degli uffici stampa presso gli enti locali. Tutte le amministrazione locali avranno trenta giorni di tempo per rispondere alla richiesta del dipartimento Autonomie Locali ed entro il 6 agosto 2010 dovranno comunicare alla Regione se hanno istituito nelle rispettive piante organiche gli uffici stampa, se essi sono composti da giornalisti iscritti all’Ordine, se i contributi previdenziali vengono versati all’Inpgi, (Istituto Nazionale di Previdenziale dei Giornalisti Italiani) oppure all’Inpdap (Istituto Nazionale Previdenza Dipendenti Pubblica Amministrazione), se è stato loro applicato il contratto giornalistico oppure il contratto Enti Locali.
Leggi l'articolo pubblicato sul Quotidiano di Sicilia. (clicca sull'immagine che appare per ingrandirla)

News recenti