Procedimenti Pa, prosegue adeguamento
mm PDF Stampa E-mail

Altri 8 dipartimenti regionali si sono messi in regola, emanando le norme per stabilire i tempi per le procedure amministrative

Il termine massimo entro il quale l’Amministrazione regionale potrà far attendere i cittadini è di 5 mesi

Dopo la Segreteria generale della Regione Siciliana ed i dipartimenti regionali per la Pianificazione strategica, per le Attività sanitarie e l’Osservatorio epidemiologico che per primi hanno redatto i regolamenti attuativi dell’articolo 9 della legge regionale n.10/91 che detta le “disposizioni per i procedimenti amministrativi, il diritto di accesso ai documenti amministrativi e la migliore funzionalità dell’attività amministrativa” altri 8 dipartimenti regionali si mettono in regola emanando i rispettivi regolamenti.

 

Il lento adeguamento della Regione Siciliana all'obbligo di concludere un procedimento entro tempi certi, dopo 21 anni dalla prima norma, e dopo le successive modifiche quali quelle derivanti dalla legge regionale n. 5/11 sulle “disposizioni per la trasparenza, la semplificazione, l’efficienza, l’informatizzazione della Pubblica amministrazione e l’agevolazione delle iniziative economiche”, vede protagonisti i seguenti dipartimenti regionali: 1) delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti; 2) del Bilancio e del Tesoro, Ragioneria generale della Regione; 3) delle Finanze e del Credito dell’assessorato regionale dell’Economia (questi ultimi due dipartimenti hanno un unico regolamento); 4) della Funzione Pubblica e del Personale; 5) dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana; 6) delle Autonomie Locali; 7) dell’Istruzione e della Formazione professionale ed infine 8) il dipartimento degli Interventi per la Pesca.

Leggi il mio articolo sull'edizione del 19 Aprile 2012 del Quotidiano di Sicilia


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

News recenti